11 giugno 2015 – Immaginatevi la scena: avete perso il lavoro e la casa, la vostra vita sta degenerando e dormite per strada. Siete disperati. Ma, invece di essere aiutati dalle istituzioni, venite trattati come criminali e puniti con una multa che – lo sapete già – non riuscirete a pagare. Sembra uno scenario assurdo e crudele, invece è esattamente quello che può capitare in alcune parti di Londra, e in particolare nel distretto di Hackney, dove da pochi giorni è entrata in vigore una nuova norma che include tra i “comportamenti antisociali” anche il dormire in strada.

La misura in questione è il Public Spaces Protection Order (PSPO), che permette alle autorità locali di vietare o regolare qualsiasi attività, svolta in un dato spazio pubblico, che “possa essere dannosa alla qualità della vita di coloro che vi abitano”. Chiunque infranga questa norma può essere multato e dover pagare dalle 100 alle 1000 sterline, con tanto di iscrizione del reato sulla fedina penale. Da pochi giorni, nell’area di Hackney chi dorme per strada potrà essere perseguito da questa norma.

In realtà, il PSPO è solo una delle tante misure nate negli ultimi anni per scoraggiare i senza fissa dimora a dormire in certe zone – in particolare nelle aree più eleganti della città, dove i senzatetto sono considerati “sconvenienti”. Ultimamente, molto scalpore hanno fatto le cosiddette “architetture difensive”, come ad esempio i chiodi metallici installati vicino alle entrate dei palazzi e le panchine che non permettono alle persone di distendersi.

Questi deterrenti, al di là della loro dubbia correttezza morale, non raggiungono neanche il loro obiettivo. Le persone continuano a dormire in strada, naturalmente. Lo fanno nascondendosi, sono costretti a cambiare zona, a trovare nuovi gruppi a cui aggregarsi. Ma il problema rimane, perché non sono state eliminate le cause.

Schermata 2015-06-05 alle 16.05.03I cittadini e le associazioni hanno lanciato quindi una petizione indirizzata al Consiglio di Hackney, per far sì che questa norma venga abolita. “Questa misura criminalizzerà i senzatetto che già sono vulnerabili. È assurdo fare una multa di 1000 sterline a qualcuno che già sta attraversando un periodo così difficile. Le persone non dovrebbero essere punite per il ‘crimine’ di non avere un tetto sopra la testa – non c’è niente di strettamente ‘antisociale’ o criminale in questo”.

Articolo tratto dalla rubrica I marciapiedi di Londra, già pubblicata sul sito di Piazza Grande, il giornale di strada.

Annunci